startup

LVenture e Cisco lanciano un programma di accelerazione per startup di Cyber Security

La call è aperta, scade il 23 settembre, previsti 5 mesi di accelerazione per 4 startup (o talenti singoli con idee brillanti) e 80 mila euro di investimento da parte di LVenture e Cisco.

LVenture ha stretto una partnership con Cisco che porterà al lancio di un programma di accelerazione per startup che si occupano di Cyber Security. Il programma si chiamerà Security Challenge e vi potranno partecipare «sia startup che talenti individuali» presentando la propria candidatura entro il 23 settembre. Il programma, cui è possibile partecipare gratuitamente, prevede un percorso che va dall’ideazione alla realizzazione della startup. Obiettivo del programma Security Challenge è creare nuove soluzioni per affrontare le sfide legate alla sicurezza online e all’hacking. La call è aperta dal 18 luglio.

enlabs

4 startup, 5 mesi di accelerazione, 80 mila euro

Dopo una fase di pre-accelerazione di 3 mesi a partire da ottobre, 4 startup saranno selezionate per partecipare al programma di accelerazione di LUISS Enlabs, della durata di 5 mesi, che prevede un investimento di 80mila euro, di cui 50mila in servizi, da parte della holding di partecipazioni LVenture Group a fronte di una equity del 9%. Per i partecipanti l’opportunità è di lavorare fianco a fianco con advisor, investitori, rappresentanti di corporate e imprenditori, di LUISS Enlabs, alla Stazione Termini di Roma.

Cybersecurity, un mercato che vale 75 miliardi di dollari

Nel 2015 il mercato della cybersecurity ha raggiunto un valore di 75 miliardi di dollari e, secondo le stime di Cybesecurity Ventures, tra il 2017 e il 2021 sulla scena globale sarà speso circa 1 triliardo di dollari in questo settore. Le aziende hanno infatti una crescente necessità di proteggere non solo i propri dati, ma anche quelli degli utenti.

Le opportunità del digitale, in sicurezza

«La cybersecurity – ha dichiarato Enrico Mercadante, responsabile dei progetti in area innovazione del programma Digitaliani di Cisco – è al centro dello scenario tecnologico e sostenere l’innovazione in questo settore è uno dei focus più importanti nel nostro piano di investimento Digitaliani. Dalla sicurezza dipende la nostra capacità di assicurare alle persone, alle imprese, al paese la possibilità di cogliere al 100% le opportunità della trasformazione digitale. Siamo pronti – ha aggiunto – a mettere a disposizione dei migliori talenti la nostra esperienza nel settore per fare emergere le soluzioni che sventeranno le minacce di oggi e del futuro».
Roberto Magnifico, Partner e Board Member di LVenture Group, ha sottolineato: «La cybersecurity è per noi un campo strategico: in Europa, le iniziative nel settore che coinvolgono le startup sono ancora limitate rispetto alle ampie opportunità di business e di investimento che questo mercato in crescita esponenziale offre».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aumento di capitale per Satispay, già raccolti 14 milioni. Obiettivo: mercato estero

Risorse da record per la startup italiana dei pagamenti digitali fondata da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. I fondi raccolti saranno destinati all’internazionalizzazione del prodotto. A partire dalla Germania

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

La centrifuga di Iscleanair ripulisce l’aria dagli inquinanti senza usare filtri

La scaleup, che è inserita nel programma di accelerazione Eit Digital, propone un dispositivo in grado di migliorare la qualità degli ambienti interni ed esterni, sfruttando l’abbattimento in acqua. La sua soluzione può aiutare anche la rigenerazione urbana

Quanto sono sicuri i tuoi sistemi? Ecco cosa ci dice il rapporto Verizon sulle violazioni informatiche

Ransomware e phishing sono in aumento, i settori finanziario e sanitario tra i più colpiti, ma anche le piccole imprese non stanno tranquille. Entusiasmo, distrazione, curiosità e incertezza sono i cavalli di Troia