Video

“Siamo sotto attacco, bisogna cambiare approccio”. Video-intervista al CEO di NTT DATA Italia

In questa breve intervista Walter Ruffinoni racconta i pericoli del cybercrime e invita le aziende a fare sistema e denunciare il milione di attacchi quotidiani

“SIamo sotto attacco, bisogna cambiare approccio”. Con questa frase comincia l’intervista di Walter Ruffinoni, Ceo di NTT DATA Italia, interpellato sui temi della sicurezza e dell’evoluzione della minaccia informatica nel nostro paese. Intervenuto durante EYCapri, nell’intervista parla degli attacchi a banche e stati nazione ben organizzati e tecnologicamente avanzati portati da criminali di tutto il mondo. Rivolto alle aziende, dice: “Le minacce sono diffuse, frequenti e ripetute. Bisogna denunciare gli attacchi e non vergognarsene.” E fa un appello a tutti: “Occorre fare sistema e collaborare.”

Leggi anche: “Cybersecurity, investiamo in talento e innovazione”. Intervista a Walter Ruffinoni di NTT DATA

Intervista a Walter Ruffinoni, CEO, NTT Data Italia. Capri, 6 e 7 ottobre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashape, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup