hacking

XBOX e PlayStation, 2.5 milioni di account rubati da due forum del settore

La notizia, scovata da Startupitalia e confermata da Hacker News, fa temere che le informazioni ottenute col databreach servano ad accedere ad altri account

Due noti forum “XBOX360 ISO” e “PSP ISO” sono stati hackerati e derubati di dati personali per 2.5 milioni di utenti. Il breach risalirebbe a Settembre 2015 ma è stato rivelato solamente ieri.

playstation_hacked

Non sono ancora noti gli autori dell’attacco, ma sul famoso sito Reddit, fondato da Aaron Swartz risulta un post al riguardo

L’hack nei confronti di  Xbox360 ISO

Il post che denuncia il furto dei dati risale all’anno scorso ed è intitolato “The truth about xbox360iso hack” dove l’utente ISONETWORK descrive in dettaglio l’accaduto. Nello stesso contesto sono presenti altri topic che parlano della stessa vicenda in cui sono coinvolti diversi ex amministratori e moderatori del sito di videogames.

Al momento comunque non sembrano ancora esserci tutte le conferme che il post sia effettivamente riferito al breach in questione.

Si tratta di email, password e indirizzi IP rubati dagli account dei forum utilizzati da molti utenti per scaricare file ISO dei videogiochi gratuitamente, grazie allo sharing di link. Il quotidiano The Sun intervista Troy Hunt, esperto di sicurezza informatica e fondatore di haveibeenpwned.com , sito per verificare di mail compromesse, il quale dice :

“Every time we see a data breach, the accounts are taken and usernames and passwords tested against other sites. Many times, people have reused their passwords and other accounts are consequently compromised.” – Troy Hunt
È consigliabile dunque di cambiare immediatamente le proprie credenziali su qualsiasi altro servizio IT, poichè è consuetudine, da parte dei criminali testare su diversi siti i dati rubati nel data breach, in quanto molte persone tendono a riutilizzare sempre le stesse password.

ANDREA D’UBALDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit per Tilt, l’app di social payment comprata da Airbnb per 12 milioni

Airbnb ha versato 12 milioni in cash nelle casse startup che facilita lo scambio di soldi tra persone via mobile, ma tra decine in bonus per i fonunders e scambi di quote l’ammontare totale dell’operazione ammonterebbe a 60 milioni

«Più sei popolare su Facebook più ti facciamo risparmiare su quello che compri»

Il potere degli influencer applicato all’eCommerce: fare un post su Facebook dicendo cosa compri può valere dai 5 ai 10 euro. E’ l’algoritmo della startup italiana Worldz. Dopo il round da 150K abbiamo intervistato il founder e Ceo, Joshua Priore

Disney ha acquisito MakieLab, la startup della prima bambola stampata in 3D

MakieLab dal 2012 produce giocattoli con la fabbricazione digitale. La famosa casa di intrattenimento per bambini l’aveva già accolta nel suo programma di accelerazione nel 2015 e ora ne assorbirà tecnologia e piattaforma

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era