News

Frodi con le carte di pagamento, ecco come rubano i nostri dati

Il rapporto del MEF (scaricabile) mostra il funzionamento del cash-out dei dati, ovvero come i criminali riescono a convertire in denaro i proventi delle attività illecite

È con onore e piacere che vi annuncio l’uscita del sesto “Rapporto statistico sulle frodi con le carte di pagamento” documento alla cui stesura ho fornito il mio umile contributo.

paganini

Il Rapporto annuale redatto dall’UCAMP – Ufficio Centrale Antifrode dei Mezzi di Pagamento del Dipartimento del Tesoro è relativo ai dati sulle frodi registrate con carte di pagamento emesse in Italia.

Il documento analizza in dettaglio i fenomeni relativi alle frodi su carte di pagamento, fornendo indicazioni utili a comprendere l’evoluzione di questa specifica pratica criminale.

Il rapporto riferisce le frodi che hanno interessato carte di pagamento emesse in Italia e spese ovunque nel corso del 2015

Il rapporto riferisce le frodi che hanno interessato carte di pagamento emesse in Italia e spese ovunque nel corso del 2015. Diciamo da subito che le transazioni disconosciute dai titolari delle carte nel corso del 2015 sono diminuite in valore ed in numero complessivo rispetto al totale dei pagamenti legittimi.

Aumenta il volume delle frodi via Internet

“Nel 2015, con riferimento alle carte emesse in Italia, sono diminuiti sia i valori delle transazioni non riconosciute (frodi) rispetto al totale dei pagamenti genuini mediante carta (dallo 0,0189% allo 0,0173%), che, in maniera ancor più rilevante, il numero (da 0,0131% a 0,0112%). Nel 2015 il totale dei pagamenti genuini, sia in valore sia in numero, è aumentato rispettivamente del 8% e del 10%.” recita il rapporto.
Nel grafico seguente è rappresentata l’analisi della serie storica 2009-2015, è visibile una diminuzione per il secondo anno consecutivo del valore standardizzato relativo alle transazioni, un dato in controtendenza rispetto a quelli osservati nei principali paesi europei.

rapporto_1

Andiamo quindi a vedere nel dettaglio quali sono i canali maggiormente interessati dalle frodi. Internet non poteva che confermarsi in crescita, sebbene la crescita sia inferiore a quella registrata nell’ultimo biennio, mentre abbiamo una flessione delle frodi operate attraverso sistemi POS ed ATM bancari.

“Sul canale Internet si è verificato un aumento delle frodi (+5,1% in termini di incidenza valore e +9,6% come valore del frodato). Viceversa l’incidenza in termini di numero è scesa del 4,3%. Il fenomeno si verifica soprattutto all’Estero.” continua il rapporto.

Interessante notare che per la prima volta dal 2009 il valore del frodato su Internet in Italia è in diminuzione, fenomeno spiegato dagli esperti con la riduzione osservata nelle categorie “Betting / Casinò Gambling.”
Anche in questo caso la situazione si differenzia in maniera sostanziale dagli altri paesi europei in cui si è osservato un significativo aumento del valore del frodato.

La Toscana prima per frodi informatiche

Analizzando i fenomeni su base regionale possiamo affermare che la Lombardia e la Campania sono le regioni dove il fenomeno delle frodi su canale POS è calato maggiormente, mentre per quanto riguarda le manomissioni di ATM l’aumento più considerevole si è verifico nel centro Italia, in particolare in Toscana.

L’apposizione di skimmer si conferma la principale tipologia di manomissione degli ATM (53%), mentre il cash trapping, ovvero il blocco della valuta nell’ATM mediante appositi strumenti, si assesta al 10%.
Anche quest’anno il rapporto include un approfondimento sull’ecosistema criminale internazionale che offre numerosi spunti di riflessione sulle attività illegali connesse alle carte di pagamento.
In tale sezione sono riportate informazioni circa l’offerta di prodotti e servizi relativi alle frodi con le carte di pagamento nell’underground criminale.
L’intento è spiegare come i criminali informatici riutilizzano le informazioni rubate ai titolari delle carte ed attraverso quali canali effettuano il cash-out dei dati, ovvero riescono a convertire in denaro i proventi delle attività illecite.
Di seguito un’infografica che riassume i principali dati emersi nel rapporto:

infografica_frodi_carte_paamento

 

Non voglio aggiungere altro, non vi resta che dare un’occhiata al rapporto.

Galaxy Note 8, tutte le notizie prima del lancio

Dopo la sfortunata storia del Note 7, quest’anno Samsung spera di bissare il successo del Galaxy S8. Con un terminale munito di pennino e accessori omaggio per chi prenota subito

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Android 8.0, nome in codice: Oreo

Rispettata la tradizione dei dolcetti anche nella nuova release del sistema operativo mobile di Google. Che porta in dote novità per velocità e sicurezza

Zooppa lancia il primo contest per video VR a 360°. Ecco come partecipare

C’è tempo fino al 16 ottobre, saranno selezionati i migliori video promozionali o di storytelling girati con tecnologia 360° e della durata massima di 120 secondi
Garmin è partner tecnologico dell’iniziativa e mette in palio 5 Camere VIRB 360

DevSecOps: lo sviluppo software agile attento alla sicurezza

Sviluppatori, esperti di sicurezza, reparto IT: tutti devono collaborare per creare software davvero sicuro. Un concetto che si concretizza nel DevSecOps, un modo moderno e veloce per arrivare dall’idea alla produzione senza correre rischi